This page has been translated from English

Tag Archive | "cambiamento climatico"

Prospettive cinese Parte 4: Sviluppo sostenibile

Prospettive cinese Parte 4: Sviluppo sostenibile

Beijing Cityscape

Pechino Cityscape

Una delle critiche più frequentemente riscossa fatto contro la Cina è che il suo sviluppo, mentre economicamente impressionante, è disastrosi per l'ambiente. Giudice Xue affrontato questa critica direttamente fornendo il contesto demografico ed economico alla base dello sviluppo della Cina, che delinea brevemente la storia della Cina come si riferisce allo sviluppo sostenibile, e sostenendo che il governo cinese è infatti promuovere attivamente lo sviluppo sostenibile. Secondo il Giudice Xue, la comunità internazionale deve riconoscere i progressi della Cina per quanto riguarda la sostenibilità e apprezzare il fatto che per le sue dimensioni e il ritmo attuale di sviluppo economico, tale progresso è necessariamente lento nel fare.

Giudice Xue ha sottolineato che si deve pensare cinese dello sviluppo sostenibile in relazione alle sue circostanze straordinarie demografico ed economico. La Cina ha una popolazione di 1,34 miliardi di persone e un'economia che è cresciuta a un tasso del 10-20 per cento nell'ultimo decennio. Ha venti per cento della popolazione mondiale e solo il sette per cento della terra coltivabile del mondo. Come tale, non ha molto senso per la comunità internazionale a tenere un paese come la Cina con gli stessi standard di cui detiene i paesi che sono stati sviluppati per decenni e hanno già acquisito la capacità di provvedere ai bisogni dei suoi cittadini. Inoltre, non è realistico aspettarsi che la Cina per accendere una monetina e migliorare le proprie prestazioni ambientali durante la notte. Storia della Cina dimostra che ci vuole uno sviluppo sostenibile sul serio, ma che in nessun caso verrà sacrificare il benessere economico dei suoi cittadini per soddisfare ovest di obiettivi ambientali.

Storia della Cina di regolamentazione ambientale, secondo il Giudice Xue, suggerisce che è sul serio lo sviluppo sostenibile e la protezione dell'ambiente. Nel 1984, la Cina impostare l'Amministrazione Protezione Ambientale - il primo organo del PRC intende affrontare le questioni della sostenibilità. Tuttavia, durante il 1980, lo sviluppo sostenibile è stato identificato con lo sviluppo economico e l'attenzione dell'Amministrazione è stato di mantenere i terreni sani per l'agricoltura. Gli effetti più ampia di degrado ambientale erano visti come un dolore sempre più semplice. Così, la Cina perseguita lavoro industrie ad alta intensità di attrarre investimenti esteri. Coloro che volevano manodopera a basso costo e lassista delle norme ambientali è venuto in Cina.

Ciò ha portato ad una serie di politiche che hanno causato l'inquinamento terribile, piogge acide, inquinamento di acqua, incidenti che la pesca danneggiate, e varie altre conseguenze che sono state distruttive per la vita e il sostentamento di milioni di cinesi. A partire dalla metà del 1990, la Cina ha rivisto le sue leggi ambientali di prevedere norme più concreti e meccanismi di vigilanza.

Oggi, La Repubblica Popolare di Cina ora ha un regime abbastanza legislativa organica che tocca in materia di inquinamento idrico e atmosferico, rifiuti solidi, e le radiazioni. Giudice Xue ha reso un punto di affermare che la Cina ha effettuato la modifica di irriverenza verso il rispetto per l'ambiente non per la comunità internazionale, ma per il popolo cinese che aveva sofferto a causa di inquinamento.

Oggi, la Cina è uno Stato parte a circa 50 trattati ambientali e si attiene in buona fede. Per aiutarlo a vivere fino ai suoi obblighi del trattato ambientale, il governo cinese si avvicinò con il concetto di "Pil verde", che prende i fattori economici e ambientali in considerazione e aiuta il governo a prendere decisioni con un occhio verso il loro impatto ambientale. L'uso del verde PIL ha già portato a un significativo miglioramento al problema della desertificazione della Cina. Inoltre, la Cina ha recentemente pubblicato la sua "Agenda per il 21 ° secolo", che contiene venti capitoli e 78 aree programma concreto e sostenibilità pone al centro della sua strategia di sviluppo. Nel 2005, una fabbrica chimica esplosa porta a inquinamento transfrontaliero acqua sul confine della Cina con la Russia. Entrambi gli stati hanno adottato misure di cooperazione per salvare le aree a valle di inquinamento delle acque. Nel 2006, la Cina ha cercato di ridurre le sue emissioni del venti per cento entro il 2010, e ha incontrato quel target. Questi passi concreti mostrano che la Cina prende sul serio lo sviluppo sostenibile e si impegna a migliorare il suo record in futuro.

Tutto questo ha portato ad un aumento della partecipazione del pubblico alla valutazione ambientale. Se un piano di costruzione sta per provocare danni alle persone a causa del suo impatto ambientale, il Dipartimento di Pianificazione ha il dovere di tenere udienze pubbliche, che porterà ad un cambiamento di programma se i costi ambientali sono inutili o superiori ai benefici economici.

La Cina considera la sostenibilità, sia come un fine in sé e come mezzo per raggiungere obiettivi più ampi della società. Essa continuerà a cercare un equilibrio tra sviluppo economico ed ecologico, tenendo presente gli attuali standard ambientali. Giudice Xue messo in chiaro che la Cina non perché lo sviluppo sostenibile è un obiettivo che la comunità internazionale ha per la Cina, ma perché lo sviluppo sostenibile è l'unico modo per il governo cinese a fornire ai suoi cittadini nel lungo periodo. Giudice Xue sarebbe comunità internazionale riconosce i progressi della Cina ha fatto in passato e avere pazienza con lo sviluppo è di fare in futuro.

Pubblicato in Jon Bellish , Messaggi TVFA Commenti (0)


Visita la Sala stampa DJILP

@ View_From_Above

Messaggi di Data

Ottobre 2011
M T W T F S S
«Settembre
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
L'Università di Denver Sturm Facolta 'di Giurisprudenza