This page has been translated from English

Tag Archive | "sovranità"

Prospettive cinese Parte 3: La sovranità

Prospettive cinese Parte 3: La sovranità

"In cinque principi della coesistenza pacifica, il principio della sovranità al primo posto. E 'il principio fondamentale a cui sono legati gli altri quattro principi. Essa è legata all'integrità territoriale ed integrata dai principi di non intervento e di non aggressione. Uguaglianza e mutuo beneficio è l'espressione concreta della sovranità di uno Stato, mentre la pacifica convivenza si fonda sul rispetto della sovranità degli stati. "

Questo passaggio da Wang Tieya del 1984 corso illustra il primato della sovranità nel modello cinese. E non sorprende che la Cina custodisce gelosamente la sua sovranità in modo, considerando la sua storia delle relazioni internazionali . La Cina considera la sua sovranità come minacciato dalle potenze occidentali e considera questa minaccia di essere un affronto ai principi fondamentali del diritto internazionale. Il tema della sovranità era altrettanto manifesta nella Giudice Xue conferenza del 2011 come lo era nel 1984 il professor Wang versione.

Giudice Xue indicato nella sua conferenza, la sovranità è un "tema perpetuo per la Cina, sia teoricamente che praticamente." La Cina si attiene strettamente a questo principio e il suo contenuto, che richiedono "supremazia internamente e indipendenza dall'esterno." In vista della Cina, la sovranità è e restano la base del nuovo ordine mondiale.

The Great Wall of China

La Grande Muraglia cinese

Secondo il Giudice Xue, il concetto di uguaglianza sovrana rifiuta l'esistenza di organismi sovranazionali. Così, l'attenzione europea alle organizzazioni regionali e la governance sovranazionale è la prova di un cambiamento paradigmatico dalla uguaglianza sovrana in favore del governo mondiale. Ma l'attacco della sovranità non si ferma ai confini dell'Unione europea. Trattamento ad ovest di via di sviluppo suggerisce inoltre di Giudice Xue che la sovranità è sotto attacco in tutto il mondo e richiede protezione.

Giudice Xue ha affermato la convinzione che i tentativi dell'Occidente di mantenere il dominio nella formazione delle norme internazionali e il controllo delle strutture internazionali sono una minaccia per la sovranità delle nazioni in via di sviluppo. Questo fenomeno, secondo il Giudice Xue, spiega l'attenzione sui diritti umani e della governance globale, l'uso frequente di intervento per raggiungere questi obiettivi, e un indebolimento della uguaglianza sovrana su tutto. Dal punto di vista cinese, l'intervento di questo tipo ha le sue radici storiche in palese obiettivi imperialisti e continua ancora oggi con un nome diverso. Intervento umanitario di uno Stato fallito è diventata la norma, indipendentemente dal fatto che il fallimento è il risultato di conflitto armato interno, questioni economiche, o violazioni dei diritti umani, in quanto sono ben compresa.

Dalle critiche Giudice Xue di intervento - che è impiegato per contatore interno conflitto armato, crisi economiche e violazioni dei diritti umani allo stesso modo - si può inferire che la questione cinese con lo status quo non risiede nell'esistenza di un intervento, ma l'uso indiscriminato di tale intervento. Mentre violazioni dei diritti umani ", correttamente intesa," può richiedere l'intervento di terze parti, i paesi dovrebbero essere lasciati a gestire conflitti armati interni e le crisi economiche come meglio credono. Ciò che costituisce una comprensione "proprio" di violazioni dei diritti umani è una questione molto controversa - che sarà lasciato per la Parte 5 di questa serie.

Niente di tutto questo è per dire che la Cina vede il suo ruolo nella comunità internazionale come quella di un outsider autonomo. Giudice Xue giustamente osservato, nessuno Stato può agire da sola, e tutti gli stati, Cina compresa, sono vincolati dai trattati che che devono essere seguite in buona fede. Inoltre, la Cina interpreta il termine "trattato" in generale per includere protocolli d'intesa, comunicati congiunti, e altri strumenti manca la formalità di un trattato tipici. La Cina vede un ruolo importante per il diritto internazionale in materia di gravi crimini internazionali e ha contribuito in modo significativo in quella zona.

Tuttavia, la Cina preferisce fortemente ad affrontare bilateralmente in contrasto con multilaterale e insiste sulla negoziare con uno Stato con cui è in conflitto prima che la comunità internazionale che passi. Vede le organizzazioni internazionali come cercare di rimodellare il processo di creazione del diritto internazionale, mettendo a tacere le voci dei paesi sviluppati.

Giudice Xue inquadrato la questione centrale correttamente quando disse: "La domanda è: Come possono gli Stati con i sistemi e valori diversi interagiscono tra loro sulla scena internazionale?" Per lei e per la Cina, la risposta a questa domanda sta nella sovranità, che consiste di uguaglianza sostanziale privo di superpoteri, il rispetto per le decisioni politiche interne, e di comune accordo in materia di libertà, uguaglianza, rispetto per l'ambiente e il rispetto dei diritti umani.

Pubblicato in Jon Bellish , Messaggi TVFA Commenti (0)


Visita la Sala stampa DJILP

@ View_From_Above

Messaggi di Data

Novembre 2011
M T W T F S S
«Ottobre
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30
L'Università di Denver Sturm Facolta 'di Giurisprudenza